Overblog Segui questo blog
Edit post Administration Create my blog
Blog di iltelaiopovolaro.over-blog.it

... E .. se, mentre ricamate, soffrite di cervicale ? ...

22 Maggio 2016 , Scritto da iltelaiopovolaro.over-blog.it Con tag #curiosità

provate a leggere cosa vi racconta la nostra Osteopata di casa .. Lisa Gaiarsa

Oggi parliamo di CERVICALGIA!

A chi non è mai successo di avere "la cervicale"?

Con cervicalgia si intende un generico dolore al collo, dalla durata estremamente variabile (settimane, mesi, anni), che si può presentare localizzato sulla zona, oppure può, comunemente, associarsi a sintomi quali brachialgia (dolore agli arti superiori), cefalea, vertigini, disturbi della vista dell’udito e della deglutizione (sindrome cervico-cefalgica), ma anche, insospettabilmente a stitichezza, dismenorrea (dolore mestruale), disturbi digestivi, e non solo!

La domanda a questo punto sorge spontanea : PERCHE’? QUALI SONO LE CAUSE SCATENANTI?

Le risposte più immediate sembrerebbero essere : il dolore derivante da un TRAUMA (quale ad esempio un colpo di frusta, ma anche una distorsione di spalla…) o la presenza di ERNIE o di DEGENERAZIONI ARTROSICHE.

Ma queste cause non sono che una piccolissima parte di ciò che può celarsi dietro una cervicalgia!
Se vi dicessi che i possibili responsabili di questo dolore potrebbero essere: gli OCCHI, i DENTI o ancor più incredibilmente i VISCERI….ci credereste???

Ragioniamo con un po' di ordine…

Gli OCCHI oltre ad essere gli organi che ci permettono di vedere, sono degli importantissimi recettori per il nostro sistema posturale. Quando sussiste uno squilibrio dei muscoli atti a muovere l'occhio si creano dei compensi a livello delle spalle, del bacino... con il risultato che l'intero allineamento posturale cercherà continui adattamenti.
L'interferenza posturale è quindi una possibilità ma ne esiste un'altra... più specifica per la zona di cui stiamo parlando: il RIFLESSO OCULO CEFALO GIRO. Senza annoiarvi entrando nel dettaglio specifico della fisiologia di questo circuito, vi basti pensare che esso è un riflesso che coinvolge i muscoli del collo nella visione sia a riposo, sia in movimento!
Non ti basta? Muscoli del collo e dell'occhio hanno una innervazione comune.
E’ ora più facile intuire che se i meccanismi della visione sono alterati anche il tratto cervicale può risentirne?

E i denti (o meglio l’APPARATO STOMATOGNATICO)? Essi possono, in primis, influenzare la postura. Ogni squilibrio a livello della bocca comporta un processo di compensazione che dal cranio si può riflettere sull’intero sistema muscolo-scheletrico.
Inoltre, la forza dei muscoli della masticazione e della deglutizione è sostenuta dal collo oltre che dalla mandibola! Se solo si pensa a quante volte in un giorno si mastica e si deglutisce è facile intuire come in presenza di malocclusione (non perfetta coincidenza delle arcate dei denti) sia facile si verifichino anche problemi posturali che a loro volta, se non corretti, si riflettono sulla schiena, privilegiando la colonna cervicale…

Ma arriviamo ai colpevoli più insospettabili…. I VISCERI! si, avete capito bene… sono davvero molti i visceri che possono sviluppare una sintomatologia dolorosa a questo livello. Di seguito cerchiamo di analizzare i principali:

L’ESOFAGO : in particolare la porzione cervicale, è adesa anteriormente alle vertebre cervicali, e stringe relazioni, più o meno dirette, con le cartilagini tiroidee e cricoide, la lingua, la base del cranio, la tiroide, la laringe, la faringe…tutte strutture che per esprimere al meglio la loro funzionalità devono autobilanciarsi reciprocamente… E' chiaro quindi che una disfunzione ad una qualsiasi di queste strutture creerà meccanismi compensatori! un esempio? il reflusso gastro-esofageo!

Lo STOMACO : le problematiche gastriche, possono riflettersi a livello cervicale per le connessioni aponeurotiche medie e profonde che collegano e sospendono lo stomaco allo stretto toracico superiore…in più lo stomaco influenza per ovvie ragioni la fisiologia esofagea, oltre che quella diaframmatica (di cui abbiamo visto l’importanza nello scorso articolo)

Il FEGATO : anch’esso connesso fascialmente allo stretto toracico superiore…. adeso e strettamente legato al diaframma…. In più esso presenta un collegamento neurologico con la colonna cervicale, intatti la capsula di glisson, ovvero la membrana che lo riveste è innervata dal nervo frenico di sinistra, le cui radici emergono dal tratto C3-C5.

Per simili ragioni fasciali, nervose e funzionali è possibile collegare il dolore cervicale anche a intestino, utero, polmoni...!!!!!!!

E il dolore al collo derivante dalla tensione del muscolo TRAPEZIO? Si proprio quel grande muscolo dalla forma romboidale che a volte diventa duro come un mattone? Di lui parleremo nella prossima puntata!!!

E voi? Non avete voglia di scoprire il perché del vostro dolore cervicale?

Chiama subito : DOTT.SSA LISA GAIARSA 3402811018

...  E .. se, mentre ricamate, soffrite di cervicale ? ...

Se trovate l'argomento interessate, un '' Mi piace '' sulla sua pagina, sarà molto gradito

Ecco il link

...  E .. se, mentre ricamate, soffrite di cervicale ? ...

Condividi post

Repost 0

Commenta il post